LOVEHATE

http://materapunkworkingclass.myblog.it/media/02/00/2e6ff84bb422e930fb243f21843c3fbe.mp3

http://materapunkworkingclass.myblog.it/media/02/01/11a60287e6ffd0c71a1f825fbc6f4c26.mp3
      

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
34383229435c2e9cab1798bfd584fd52.jpg

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IL MARCIO MI CIRCONDA!I

BRONX.JPG

729abf9874dd45c016a0352d72b91cd1.jpg

http://materapunkworkingclass.myblog.it/media/00/01/0b76a90d9fb4340d801119e7e2286276.mp3 PENSIERI 29-02-08
Solo i morti hanno la loro libertà!

 un altro pensiero ucciso da loro

un’altra speranza svanita da poco

la sola giustizia è quella malizia

che provi skifando la loro avarizia! 

non c’è posto per la nostra vendetta

non serve più a niente sarà sempre la stessa!

solo i morti hanno la loro libertà!

uccisi da questa sporca società! 

 

PunkMatera85′ 

8aac3235e977a3d0d0f93b6ba68a0154.jpg


http://materapunkworkingclass.myblog.it/media/02/00/32174ecd529f6c22fea78b1fd59402ce.mp3


 

Alcuni testi del cd APOLITICI: 

I WANT AN ANSWER

 

YOU GO

WITHOUT AN ANSWER FOR ME

BUT I WANT AN ANSWER

YOU ARE HIDDEN AND PROTECT BY THE BASTARD LIGHT

 

 

WE MUST INCREASE

WE DON’T LET THE THERS IGNORE

WE MUST MAKE THEM UNDERSTAND

WE MUST HELP

 

 

YOU GO

WHITOUT AN ANSWER FOR ME

IN FEW WE CAN’T CHANGE LET

IT’S USELESS A SCENE THAT IS AN END TO ITSELF

                                                                         

 

 

DON’T BE AFRAID

DONT’T LET YOU HIPNOTIZE

YOU HAVE REACT

DON’T WITHER

 

 

NOT IN THIS WAY

 

 

 

I WANT AN ANSWER

 

APOLITICI

 

Pochi alternativi divisi da partiti

Giovani guerrieri che lottano tra loro

Invece di unirsi contro di loro:

politici ladri nostra rovina

borghesi arricchitisi sulla nostra schiena;

 

stupidi anarchici finti ribelli

con le vostre droghe vi fondete i cervelli

noi apolitici contro di loro

potenti ladri che navigano nell’oro!

 

Apolitici!x4

 

Politici ladri rovina nostra

Vi farem saltare tutti i denti dalla bocca!

con qualche birra e per la strada,

non ci servono rave ne merda politicizzata.

 

 

 

 

 

STRANO

 

Disprezzo e amore provo per voi

Invidia e compassione ancora per voi

Non siete niente e tutto per me

Odio il piacere perché porta dolore.

 

ne ho troppa paura,

ma mi piace l’idea di non soffrire più,

provo a salire ma mi butta giù

provo a salire ma mi ributta giù

 

che strano!?!

che strano!?!

che strano!?!

che strano!?!

 

che bella la vita, si io lo so

ma che brutte emozioni che provo però

provo a risalire, ma non riesco più

la gente non guarda la sua testa e giù

 

 

GRIDA

 

disprezzo chi non usa la sua mente

disprezzo chi è sempre dipendente

dipendente da quello che dice la gente

dipendente come stupide marionette

 

grida libertà finche non avverrà

grida giustizia finche non accadrà

 

disprezzo chi ha mollato stupidi adattati siete stati risucchiati

dite che noi siamo ancora bambini, mi fate solo pena stupidi cretini

 ma in fondo voi sapete che vi siete adattati

e per questo anche voi sarete odiati

 

grida libertà finche non avverrà

grida giustizia finche non accadrà

grida libertà finche non avverrà

grida giustizia finche non accadrà

 

stupido sbirro difendi chi

siede in poltrona e ti da degl’ordini

fermi chi vuol combattere

contro chi ruba miliardi e non vuol smettere

WORKING CLASS RIOT

 

NO! IO NON VOGLIO VIVERE Più

CON QUELLO CHE AVANZA DA TE!

QUELLO CHE VOGLIO è CHE TU

NON SIA Più PADRONE DI ME!

 

NO IO NON VOGLIO VIVERE Più

CON QUELLO CHE AVANZA DA TE!

NO IO NON VOGLIO ESSERE PIù

UNO SCHIAVO SFTRUTTATO DA TE!

 

WORKING CLASS RIOT!

 

NO! IO NON VOGLIO VIVERE Più

CON QUELLO CHE AVANZA DA TE!

QUELLO CHE VOGLIO è CHE TU

NON SIA Più PADRONE DI ME!

 

NO IO NON VOGLIO VIVERE Più

CON QUELLO CHE AVANZA DA TE!

NO IO NON VOGLIO ESSERE PIù

UNO SCHIAVO SFTRUTTATO DA TE!

 

WORKING CLASS RIOT!

 

NO IO NON VOGLIO VIVERE Più

CON QUELLO CHE AVANZA DA TE!

NO IO NON VOGLIO ESSERE PIù

UNO SCHIAVO SFTRUTTATO DA TE!

ASOCIALE(MUSICA BUSINESS)

 

No no non arrenderti

No no non puoi perdere

Con tutta la feccia che c’è

Devi solamente lottare

E  Di chi non la pensa come te

Devi solo fottertene

 

(1°-Perché/2°-ma) tu sei il meglio che c’è

Resta sempre come 6 un asociale

Con la testa alta fiero come sei

E di tutti gli altri tu te ne devi fottere

 

No no non è facile

No no non è bello che

Tu Lotti e ti senti dire che

Il meglio è solo li intorno a te

 

Asociale asociale asociale asociale

Sempre come sei

Asociale asociale asociale asociale

E la feccia schiacciala

RABBIA

 

Ingiustizia e morte

falsità e apparenza

strazio e sofferenza

oppressione e indifferenza

 

Rabbia! Rabbia!

per tutto questo X2

Rabbia! Rabbia!

per tutti voi       X2

 

Le sole parole che penso

Ma voi continuate ad ammirare la causa di tutto questo

impossibilitati a reagire, ma pronti a non evitare

siamo stanchi di tutto questo

 

Rabbia! Rabbia!

per tutto questo X2

Rabbia! Rabbia!

per tutti voi       X2

APPARENZA E INGANNO

 

Apparenza e inganno è quello che loro danno

Giustizia e libertà è quello che mai vorranno

Fanno tutto per i soldi, causando oppressioni e morti

 

Lottare lottare, ora non è tempo d’amare X4

 

Odio  e violenza distruggeranno l’inganno e l’apparenza

E le nostre rivolte porteranno a svolte

e giustizia e libertà saran’nostre

 

 

 

 

BRONX BOYS

 

Ci divertiamo senza farci una pera

siamo noi i reietti di questa squallida Matera

 

sempre indipendenti da qualsiasi schema

non come i finti alternativi feccia di matera

 

beviamo birra da riccardi

e ci ritiriamo sbronzi e sempre tardi

 

non siamo anarchici ma siamo teppisti,

fanculo a voi fascisti e comunisti

 

BRONX BOYS (X4)

 

 e invece tu, dici che sei un punk con una cresta

e hai il bancomat pieno che papà ti presta

 

ti ritiri alle 10 hai paura della strada

sei + sicuro se dalla mamma vai a casa

 

vuoi fare il punk con blink e greenday

ormai hai vent’anni  e sei rimasto come ieri

 

non sai cos’è la trojan e fai il commercial ska

ti applaude solo la 15enne alternativa figlia di papà

 

BRONX BOYS (X4)

COMUNICAZIONE NON VERBALE

 

Borchie! Piercing! Anfibi! Tatuaggi!(X2)

comunicazione DELLA SOFFERENZA

comunicazione DELLA RIBELLIONE

comunicazione DELLA SOFFERENZA

NO NON è MODA! NO NON PASSERà

(X2)

 

ADORNANO E INCIDONO LA NOSTRA PELLE

COMUNICANDO LA SOFFERENZA

NASCONO DALLE RABBIOSE ESPRESSIONI

 

Borchie! Piercing! Anfibi! Tatuaggi!(X2)

comunicazione DELLA SOFFERENZA

COMUNICAZIONE DELLA libertà!

 

La morale da imparare

 

Per la giustizia bisogna lottare

È la morale che dovete imparare

Solo cosi si potrà migliorare

Solo cosi si potrà migliorare!

 

Ora è tempo di rivolta

Per conquistare una vera svolta

Per conquistare una vera svolta!

I casi a CAPOKKIA! ke possono succedere sl ai ragazzi del “Bronx”!01/02 – 03 – 08

Dopo essermi procurato un trauma distorsivo al ginokkio destro,(KE DOLORE!)  pogando (AL MIO CONCERTO!!!!!!!!!!!!!!!!) i miei cari amici mi hanno accompagnato al pronto soccorso!

dopo una attesa “nella norma” di un’ora e mezza mi hanno fatto entrare e mi hanno visitato……..

quando, usce302f4243869e021a9eb350408d7a2643.jpgndo dalla stanza del medico, accompagnato dall’infermiere sulla mia carrozzella scorgo un tizio su di una barella, l’infermiere scherzando mi dice: “che viene dal tuo concerto quello?”; guardando bene esclamai: “cazzo viene proprio dal concerto!”ahahahaahahahahah era quello che noi chiamiamo “Giangi da piccolo” un tipo torto che stava quella sera alla serata dei Random; era disteso in posizione “fetale” su di una barella, l’infermiere mi disse che aveva esagerato con l’alcool!!!!!!!!!!!!ahahahahahaah la cosa più assurda e che era arrivato al pronto soccorso dal concerto da  solo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!ahahahahahahaah non so come, probabilmente in auto!!!!!!!!!!!!!!!!!ahahahahaahahaahah a CAPOKKIA!!!!!!!http://materapunkworkingclass.myblog.it/media/02/00/fed199b94d30af4cf4dfef821a5f9aaa.mp3

 

 

 

 

 

 

 

 

ANGELO PECOZZA (Anni 24) Altezza 1,50 (con zeppe 1,90) 🙂

 

 

Provate ad immaginare un ibrido insano tra la monta insaziabile di gigi, l’attitudine trash di peppone, le zeppone mostruose di luchino, l’estroversione alcolica di egidio e il senso dell’umorismo di giulio tremonti. Condite il tutto con abbondanti dosi di dialetto “creativo” e ciò che otterrete sarà uno splendido esemplare di Pecozza.

 

Pecozza è l’uomo che in brevissimo tempo ha scalzato dall’olimpo della Capocchia i campioni summenzionati, guadagnandosi il plauso e l’ammirazione di buona parte dei Bronx Boys. Pecozza è quel genere di persona invadente e inopportuna che, mentre stai discutendo con un tuo amico delle repressioni poliziesche al g8, si intromette nlla conversazione per dire “he, dovevate esserci l’anno scorso alla festa della Bruna. Dagli sbirri volavano certe mazzate!”. Pecozza è il compagnone di sbronze che non esita un solo istante a rendere partecipi perfetti sconosciuti di particolari scabrosi della sua vita privata ( madò, è proprio brutto quando le femmine hanno la pisciarella SPIRDECCHIANTE!). Pecozza è quella creatura teneramente nostalgica che non può far a meno di raccontare a tutti che una volta sei stato suo compagno di classe all’asilo, e che la sua principale attività, all’epoca, era quella di strisciare di soppiatto sotto i banchi delle compagnucce per sbirciarne le mutandine (he sì, è sempre stato un tipo precoce, il nostro angelo). Pecozza è l’istrionico cabarettista che deve deliziare tutti i presenti con una serie infinita di barzellette coniate da lui, tra le quali spicca il suo cavallo di battaglia:

 

“Ci sono due uccellini su un albero SOPRA MILANO. Uno fa all’altro: guarda, milano! E l’altro: e tu leccami il culo!”

 

Pecozza è il sagace individuo che se non ti sente ridere a battute come quella riportata poc’anzi te le spiega minuziosamente, convinto che tu non le abbia capite. Pecozza è la rappresentazione in carne ed ossa dell’immagine che calderoli avrebbe di un punk terrone. Chi altri è in grado di abbinare con disinvoltura: un chiodo metallaro vecchio di 15 anni, una maglietta rosa finto-sgualcita, due terrificanti zeppone che paiono vomitate dal peggior incubo di tony manero e dei jeans tagliuzzati che farebbero la gioia del più truzzo dei venditori di polpo baresi? (Aggiungerei: capelli con spike di lunghezza 3/4 cm color biondo platino e stempiatura alla Lino Banfi) 🙂

 

Pecozza è anche il pr/gigolò/intrattenitore che deve introdurti ad ogni costo nel giro delle sue losche amicizie. Menzioniamo, a tal proposito, le due adorabili massaggiatrici/estetiste “teresa ogni giorno te lo pesa e teresa dalla pisciarella offesa”. Pecozza è il maestro tantrico che ha escogitato tre nuove, clamorose, posizioni sessuali: “la focaccia infarinata, “la vacca in fuga” e “il cangurello”. Lascio alla vostra immaginazione capire in cosa consistano. Pecozza è l’avanguardista dell’onanismo che ha ridefinito completamente il concetto di “divano”. Sfumatura inquietante: lavora in un salottificio.

 

Pecozza, infine, è uno dei tanti fan medi di vasco sparsi per l’italia . E ciò dovrebbe costituire un’ottimo motivo di riflessione.

 

Tuttavia, con tutte le sue deficienze intellettuali, pecozza è anche una delle persone più oneste e genuine che esistano al mondo, e di ciò bisogna rendergliene merito. La verità è che forse il mondo ha bisogno di più pecozza. Per tutti.

 

 

 

Ps: essendo un gran bastardo ho conservato le chicche più pregiate per un eventuale prossimo articolo. Restate sintonizzati :p.

 

 

Pps: vi ho detto che pecozza è riuscito a farsi rinchiudere dentro più pizza? 

 

Preso dal blog del grande FOLK!!!!!!!!!!!!!!!!!!Grazie delle tue kikke di kapokkia!

 

Alcuni esempi dello stile e forma delle sue zeppe: 🙂

32bf5503a9dade4f109cec71f722dc62.jpg9717cdbbfec05cd4c51ef08881bb615b.jpgdc2167fdc5685efe9669fb94033265e7.jpg

 

LOVEHATEultima modifica: 2008-03-03T16:20:00+01:00da punkmatera
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “LOVEHATE

Lascia un commento